Donata Columbro, Dontyna in rete, ex caffeinomane in lizza per il Nobel per la Pace.
Dopo Coffee, please! e la mia N-Experience, ho preso una pausa dai blog per cominciare a scrivere sul serio. Sono in redazione a VpS da un anno e mezzo, ho pubblicato la mia tesi di laurea, un reportage dal Burkina Faso e tra poco un racconto di viaggio. Fotografo senza pretese, con l‘iPhone o con la reflex, solo per tenere i ricordi ben allineati in tag e cartelle che non mi costano spazio fisico.

Sono tornata online con Twitter e – tweet dopo tweet – mi sento sempre più Mediapatica. Apatica? Tutto il contrario. Mediattiva piuttosto. Allora perché “patica”? Patia è la “soggezione a sentimenti e passioni”, dice il Dizionario. Sono ‘soggetta’ a innamorarmi di qualsiasi modo innovativo di usare internet per comunicare e migliorare il mondo. Mi appassiona il mezzo, anzi i mezzi, soprattutto quelli sociali, come motore del cambiamento. Internet 4 Good. 4 Africa. 4 Revolution. 4 Human Rights.

Mi serviva un nuovo taccuino digitale dove annotare tutti i frammenti della mia osservazione – distratta – di ciò che si muove nella rete a favore dei diritti umani, delle donne, dei Sud del mondo.

Ecco Mediapatica. Per tutto il resto, c’è un tumblr, un flickr, sentenze in 140 caratteri e un vero social-cv.

Annunci