La nuova missione dell’industria culturale: trovare nuove metriche, nuove indicazioni sul “successo” di un contenuto che non sia meramente quello dei click e delle visualizzazioni, ma quello dell’impatto, che misuri il “servizio” offerto alle comunità individuate in rete.

Queste righe sono tratte da un capitolo che ho scritto per la sesta edizione del rapporto Io Sono Cultura, a cura della fondazione Symbola. Racconto lo stato della comunicazione digitale in Italia a partire da esempi concreti: dalla community di Change.org a quella de La Cronaca Italiana, dalle buone pratiche di ascolto degli utenti di Mamme e Plasmon al coinvolgimento dei clienti di Berto Salotti, dalle newsletter di Slow News a quella di Francesco Costa e di molti altri.

È uscito ieri e si può scaricare integralmente qui: bit.ly/IoSonoCultura2016

Advertisements