Viaggiare – ti lascia senza parole, poi ti trasforma in un narratore. (Ibn Battuta)

Io e @stedn3 siamo stati in Messico per andare a trovare una mia cara amica d’Erasmus (messicana), che ora vive a Cancun, in Quintana Roo, con il fidanzato.
Questa è la mappa con le nostre tappe, se volete ispirarvi per il vostro prossimo viaggio o semplicemente navigare l’itinerario delle nostre vacanze.

Indossando il braccialetto Up di Jawbone tutti i giorni ho potuto calcolare (passi (113.283) e i chilometri (77,98) percorsi in due settimane. Il giorno più impegnativo è stato in Chiapas, quando abbiamo visitato il Canyon del Sumidero e la città di San Cristobal de la Casas. La ricerca del Templo de Santo Domingo, segnalato dalla Lonely Planet come chiesa più bella della città, ancor più della cattedrale, credo sia stato il motivo principale dei 17mila passi (11 chilometri) segnati dal mio braccialetto, dal momento che il canyon lo abbiamo esplorato comodamente seduti su una “lancha” navigando il Rio Grijalva.

Tra i siti maya visitati – Tulum, Yaxchilan, Palenque, Uxmal, Chichen Itza – il più esteso risulta quest’ultimo, nello Yucatan. Avviso per i viaggiatori: è anche quello più esposto al sole, perché meno riparato dalla giungla, portate acqua e usate un cappello 🙂

(cliccare sull’immagine per accedere al grafico completo, problemi con l’embed)

passi messico small

Per le foto: Flickr

E con l’hashtag #mex30trip anche su Instagram.

Annunci