tweeting

Sette risposte a sette domande che mi sono state rivolte durante un workshop di comunicazione sull’uso di Twitter. Quei dubbi esistenziali che colgono anche te mentre qualcuno ti racconta che sta seguendo #piazzapulita ma il trending topic è #papaFrancesco da una settimana.

Trending topic che?! Appunto.

1. Cos’è un hashtag?

Questa è proprio la base. Un hashtag è una parola preceduta dal simbolo cancelletto #. Viene usato quando è necessario unire due o più termini per identificare un argomento preciso, come il nome di una trasmissione tv (Piazza Pulita = #piazzapulita), un evento (le Olimpiadi erano #londra2012), un tema (#opencamera per la diretta dal Parlamento).

2. Quanti hashtag devo usare dentro il mio tweet?

Nessuno. Non è obbligatorio. Puoi usarne uno o massimo due quando vuoi unirti a una conversazione identificata da un hashtag preciso. Ma non serve assolutamente a nulla mettere il cancelletto davanti a ogni parola.

Tweet sbagliato: Un articolo sul #giornalismo per i #giovani di #Milano che guardano #piazzapulita

Tweet corretto: Un articolo sul giornalismo per i giovani di Milano che guardano #piazzapulita

3. Posso mantenere privato il mio account?

Sì, ma a quel punto farai un uso di Twitter molto limitato rispetto alle potenzialità che offre. Non socializzi, non condividi i tuoi interessi, i tuoi tweet non appaiono pubblicamente nella timeline. A questo punto, meglio limitarsi a leggere quello che scrivono gli altri. Anche se social media is social = first!

4. Cosa sono i trending topic?

I trending topic (TT) sono gli argomenti, le parole e i temi più discussi su Twitter in un certo periodo di tempo. Un “topic” che riguarda una trasmissione televisiva (continuo con questo esempio perché è facile da seguire), resterà tra gli argomenti più twittati per la durata della trasmissione o ancora per qualche ora se ci sono utenti che ne parlano a lungo. Un argomento entra nei TT quando: a) è twittato da un alto numero di utenti b) è twittato da utenti con un alto numero di follower.

5. Chi devo seguire su Twitter?

Dipende. Dai tuoi interessi, dall’obbiettivo con cui usi questo strumento. Comincia a seguire persone che ritieni interessanti per te, poi segui i follower di queste persone. Usa lo strumento “scopri” fornito da Twitter.

6. Posso inviare tweet con errori di battitura o abbreviazioni come K e X? Tanto siamo sul web e quello che conta è la velocità…

NO. Sbagliato. Renderesti mai pubblico un comunicato stampa (CS) o un curriculum scritto di fretta, pieno di errori e refusi? Un tweet è più breve di un CS, ma rimane pubblico e identifica quello che sei, il tuo stile, la tua affidabilità. Anche se lo spazio per scrivere è poco, sfrutta l’occasione per potenziare il tuo dono della sintesi.

7. Come faccio ad avere tanti follower?

Prima di tutto chiediti perché vuoi avere tanti follower. Che obiettivo vuoi raggiungere? Trovare lavoro? Vendere un prodotto? Promuovere una causa sociale? Creare rete? Trovare la fidanzata? A seconda del tuo obiettivo pianifica una strategia. Che non vuol dire preparare tutti i tuoi tweet a tavolino. Ma scegli gli argomenti di cui vuoi twittare e impegnati a farlo per almeno 2-3 volte al giorno. Rispondi ad altri utenti che trattano dello stesso tema. Non parlare da solo. Linka contenuti di altri e non solo i tuoi. Verifica e leggi i tweet che vuoi rilanciare. Costruisci una tua credibilità.

Traccia bonus: evita i comportamenti dei terribili utenti di questa infografica e sarai già a buon punto 🙂

 

Il Q&A è finito. Se non ti sono bastate sette risposte in sette minuti, il 22 e il 24 maggio dalle 18 alle 20 sono ONLINE con due webinar per un corso avanzato sull’uso di Twitter i professionisti della comunicazione. Tutte le INFO qui: Vps/Ong 2.0

Annunci